Contenuti esclusivi

La leadership italiana nelle reti europee di malattie rare

Intervista a Giorgio Perilongo, Coordinatore, Dipartimento Funzionale Malattie Rare,  Membro...

Riflessioni sull’innovazione e la sostenibilità della sanità

Intervista a Luca Coletto, Assessore alla Salute e Politiche...

Convatec Italia: innovazione e assistenza al World Health Forum Veneto

Intervista a Laura Meli, Responsabile di Comunicazione Convatec Italia...

Infezione da HCV: per fare emergere il sommerso uno screening intraospedaliero e un allert nella cartella informatizzata del paziente 

Molto è stato fatto in questi anni in Emilia-Romagna per contrastare l’infezione da HCV, ma c’è ancora da fare, c’è uno zoccolo duro di pazienti che è importante trattare e raggiungere ancora

Molto è stato fatto in questi anni in Emilia-Romagna per contrastare l’infezione da HCV, ma c’è ancora da fare, c’è uno zoccolo duro di pazienti che è importante trattare e raggiungere ancora. In occasione dell’evento organizzato da Motore Sanità, “HCV-HDV DALLA DIAGNOSI, ALLA RIVOLUZIONE DELLA CURA, ALL’EMERSIONE DEL SOMMERSO PERCORSI REGIONALI: EMILIA-ROMAGNA”, sono state fatte diverse proposte per raggiungere questa tipologia di pazienti che spesso appartiene a categorie cosiddette “a rischio” e a volte marginali.

Tra le varie proposte c’è quella, attraverso uno screening intraospedaliero, di testare l’HCV reflex nei pazienti ospedalizzati, sia tramite accesso in pronto soccorso nei pazienti con patologie acute attive, sia nell’ambito dei percorsi pre operatori e operatori chirurgici. 

È stato anche proposto di introdurre un allert all’interno della cartella informatizzata del paziente che permette al medico o all’infermiere, nel momento in cui si trova ad aprire la schermata, di essere avvisato che è stata riscontrata in passato una positività per HCV o ci sono esami suggestivi ad una malattia di fegato: in questo modo il medico o l’infermiere è spinto a farsene carico e a contattare il paziente per avviarlo ad ulteriori accertamenti e cure. 

Il gruppo di lavoro che oggi si è riunito all’evento, propone di migliorare l’attuale risposta allo screening tramite campagne informative più capillari sul territorio e testimonial di spicco della tv moderna e del mondo dello spettacolo. Si punta a migliorare la consapevolezza sul tema da parte della popolazione generale e in parte del personale sanitario. E si invitano i cittadini a informarsi, a sensibilizzarsi sul tema e a chiedere informazioni ai punti di riferimento, in primis il medico di famiglia che rappresenta la figura fondamentale nel percorso assistenziale che un cittadino può avere. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Sorridere con denti sani per tutta la vitaSorridere con denti sani per tutta la vita, Allarme dengue in Italia: aumento dei casi autoctoni preoccupa le autorità sanitarie, Autismo: linea guida pubblicata per la diagnosi e il trattamento nei bambini e adolescenti.

Seguici!

Ultimi articoli

La leadership italiana nelle reti europee di malattie rare

Intervista a Giorgio Perilongo, Coordinatore, Dipartimento Funzionale Malattie Rare,  Membro...

Riflessioni sull’innovazione e la sostenibilità della sanità

Intervista a Luca Coletto, Assessore alla Salute e Politiche...

Convatec Italia: innovazione e assistenza al World Health Forum Veneto

Intervista a Laura Meli, Responsabile di Comunicazione Convatec Italia...

La carta di Cernobbio: 10 proposte concrete per la sanità del futuro

Presentati a Villa Erba i risultati della Winter School...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

La leadership italiana nelle reti europee di malattie rare

Intervista a Giorgio Perilongo, Coordinatore, Dipartimento Funzionale Malattie Rare,  Membro...

Riflessioni sull’innovazione e la sostenibilità della sanità

Intervista a Luca Coletto, Assessore alla Salute e Politiche...

Convatec Italia: innovazione e assistenza al World Health Forum Veneto

Intervista a Laura Meli, Responsabile di Comunicazione Convatec Italia...

La carta di Cernobbio: 10 proposte concrete per la sanità del futuro

Presentati a Villa Erba i risultati della Winter School...

La sanità del Sud protagonista della Winter School di Napoli: a che punto siamo?

Come sta la sanità nel Mezzogiorno d’Italia? Cosa serve...
spot_imgspot_img

La leadership italiana nelle reti europee di malattie rare

Intervista a Giorgio Perilongo, Coordinatore, Dipartimento Funzionale Malattie Rare,  Membro ERN TransplantChild, sul Trapianto d’Organo in Età Pediatrica Durante il convegno "A TUTTO ERN" a Padova,...

Riflessioni sull’innovazione e la sostenibilità della sanità

Intervista a Luca Coletto, Assessore alla Salute e Politiche Sociali, Regione Umbria La Winter School 2024, intitolata "La risposta del Sud: Ricerca, innovazione, programmazione, sostenibilità",...

Convatec Italia: innovazione e assistenza al World Health Forum Veneto

Intervista a Laura Meli, Responsabile di Comunicazione Convatec Italia S.r.l. Il World Health Forum Veneto ha segnato un notevole successo durante i suoi quattro giorni di attività...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui