Contenuti esclusivi

Intelligenza artificiale tra sfide e opportunità

Intervista ad Andrea Montefiori, responsabile R&D e Progetti Speciali...

Milleproroghe, Schillaci. “Soddisfazione per gli emendamenti approvati”

Scudo penale anche per il 2024 e medici e...

La voce di chi vive grazie al supporto della nutrizione artificiale

La storia di Agnese e il suo appello: “Ascoltate...

Aumenta la mortalità per tumore del colon retto tra i giovani. Obesità e consumo di alcol tra i principali responsabili

Uno studio italiano su Annals of Oncology prevede un calo del tasso di mortalità per tutti i tipi di tumore del 6,5% negli uomini e del 4% nelle donne in Europa per il 2024. Ma la mortalità per cancro del colon-retto tra i 25 e i 49 anni è in aumento. Obesità e alcol i principali responsabili

Nel 2014 il tasso di mortalità per tumore all’intestino tra i giovani (25-49 anni) aumenterà del 39 per cento nella popolazione femminile del Regno Unito e del 26 per cento in quella maschile rispetto al 2018. In Italia l’incremento dei decessi sarà dell’1,5 per cento tra gli uomini e del 2,6 per cento tra le donne, in Spagna e in Polonia sarà rispettivamente del 5,5 per cento e del 5,9 tra i maschi, in Germania del 7,2 per cento tra le donne. 

È la prima volta che viene ufficializzato dagli epidemiologi un trend osservato dapprima negli Stati Uniti e poi nel Regno Unito a partire dal 2018: in Europa sta aumentando la mortalità per cancro al colon-retto tra i più giovani, un fenomeno in controtendenza rispetto a quello osservato nella popolazione generale dove i decessi per questa patologia e per altri tumori stanno diminuendo (a eccezione del tumore del pancreas). 

La previsione è frutto dell’analisi dei tassi di mortalità per diversi tipi di tumore in 27 Stati membri dell’Unione europea nel complesso e del Regno Unito preso separatamente. La ricerca guidata da Carlo La Vecchia, professore di statistica medica ed epidemiologia all’Università di Milano è stata pubblicata su Annals of Oncology. 

CONTINUA SU WWW.HEALTHDESK.IT

Seguici!

Ultimi articoli

Intelligenza artificiale tra sfide e opportunità

Intervista ad Andrea Montefiori, responsabile R&D e Progetti Speciali...

Milleproroghe, Schillaci. “Soddisfazione per gli emendamenti approvati”

Scudo penale anche per il 2024 e medici e...

La voce di chi vive grazie al supporto della nutrizione artificiale

La storia di Agnese e il suo appello: “Ascoltate...

A TUTTO ERN: il futuro delle cure per le Malattie Rare in Italia e in Europa

Una visione unica, un confronto tra aziende e il...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

Intelligenza artificiale tra sfide e opportunità

Intervista ad Andrea Montefiori, responsabile R&D e Progetti Speciali...

Milleproroghe, Schillaci. “Soddisfazione per gli emendamenti approvati”

Scudo penale anche per il 2024 e medici e...

La voce di chi vive grazie al supporto della nutrizione artificiale

La storia di Agnese e il suo appello: “Ascoltate...

A TUTTO ERN: il futuro delle cure per le Malattie Rare in Italia e in Europa

Una visione unica, un confronto tra aziende e il...

Piemonte e nutrizione artificiale, modello virtuoso da esportare nelle altre regioni

Associazione pazienti, società scientifiche e istituzioni hanno fanno il punto...
spot_imgspot_img

Intelligenza artificiale tra sfide e opportunità

Intervista ad Andrea Montefiori, responsabile R&D e Progetti Speciali presso Gruppo Maggioli Nel corso della due giorni Winter School 2024 di Motore Sanità a Cernobbio,...

Milleproroghe, Schillaci. “Soddisfazione per gli emendamenti approvati”

Scudo penale anche per il 2024 e medici e docenti in pensione a 72 anni “Con gli emendamenti approvati al decreto Milleproroghe diamo risposte importanti...

La voce di chi vive grazie al supporto della nutrizione artificiale

La storia di Agnese e il suo appello: “Ascoltate la mia voce di paziente e la voce delle altre persone come me, perché può...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui