Contenuti esclusivi

Il gemello digitale umano a fianco del medico: “Sarà una cura sempre più personalizzata del paziente”. 

Intervista con Alessandro Maiocchi - Bracco e Centro diagnostico...

Vaccinazione e cittadini lombardi: la chiamata all’azione passa dal medico di famiglia

Alla Midsummer School di Motore Sanità, a Palazzo Pirelli...

Nuove prospettive per i pazienti con Parkinson: focus su sonno e qualità della vita

Evidenziate connessioni tra disturbi del sonno e malattia di...

Depressione causata da una molecola nel cervello, nuova ricerca apre la strada a terapie più efficaci

Gli scienziati dell’Università della Florida hanno fatto una scoperta rivoluzionaria nel trattamento della depressione. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Science, è stato scoperto che una molecola comune chiamata glicina blocca un recettore nel cervello responsabile di un segnale di “rallentamento”. Questo segnale è stato collegato all’ansia e ad altri disturbi dell’umore.

Gli scienziati dell’Università della Florida hanno fatto una scoperta rivoluzionaria nel trattamento della depressione. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Science, è stato scoperto che una molecola comune chiamata glicina blocca un recettore nel cervello responsabile di un segnale di “rallentamento”. Questo segnale è stato collegato all’ansia e ad altri disturbi dell’umore.

La glicina è un amminoacido non essenziale, il che significa che può essere prodotto dall’organismo ed è ottenuto anche da fonti alimentari come alimenti ricchi di proteine come carne, pesce, fagioli e latticini. È il più piccolo dei 20 aminoacidi che compongono le proteine e svolge ruoli importanti in vari processi fisiologici, tra cui la formazione del collagene, la sintesi dell’eme e la regolazione dei neurotrasmettitori nel cervello. È stato anche dimostrato che la glicina ha effetti antinfiammatori e può essere utilizzata come integratore alimentare per migliorare l’umore e la qualità del sonno. Ricerche recenti hanno suggerito che la glicina può avere potenziali benefici terapeutici per la depressione e altri disturbi dell’umore.

La depressione è una grave condizione di salute mentale che colpisce milioni di persone in tutto il mondo. Gli attuali farmaci per la depressione spesso impiegano settimane per avere effetto, ammesso che funzionino. La necessità di migliori opzioni terapeutiche non è mai stata così urgente, poiché il numero di persone che soffrono di depressione continua ad aumentare, in particolare tra i giovani adulti.

I ricercatori dell’Università della Florida avevano precedentemente identificato il recettore GPR158, responsabile dell’induzione dei sintomi depressivi in condizioni di stress prolungato. Ora hanno scoperto che la glicina è la chiave per bloccare questo recettore. 

La glicina è già venduta come integratore alimentare per migliorare l’umore ed è un elemento costitutivo delle proteine che si trova in alimenti ricchi di proteine come carne e legumi. Agisce su molti tipi di cellule in modi complessi, rendendolo uno strumento terapeutico potenzialmente prezioso nel trattamento della depressione.

La scoperta del ruolo della glicina nel bloccare il recettore GPR158 è un importante passo avanti nello sviluppo di nuovi trattamenti per la depressione. I ricercatori sperano che questa scoperta apra la strada a nuovi approcci terapeutici che possano aiutare ad alleviare i sintomi della depressione in modo più efficace e rapido.

La depressione è una condizione complessa che colpisce le persone in modi diversi e non esiste una soluzione valida per tutti. Tuttavia, questa scoperta rappresenta una nuova strada promettente per la ricerca sul trattamento della depressione e potrebbe potenzialmente cambiare la vita di milioni di persone che attualmente stanno lottando con questa condizione debilitante.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Ipercolesterolemia, ancora problemi da risolvere nonostante le conoscenze scientifiche e le soluzioni terapeutiche disponibiliFarmaci equivalentiIn Italia c’è una scarsa aderenza al trattamento dell’asma

Seguici!

Ultimi articoli

Il gemello digitale umano a fianco del medico: “Sarà una cura sempre più personalizzata del paziente”. 

Intervista con Alessandro Maiocchi - Bracco e Centro diagnostico...

Vaccinazione e cittadini lombardi: la chiamata all’azione passa dal medico di famiglia

Alla Midsummer School di Motore Sanità, a Palazzo Pirelli...

Nuove prospettive per i pazienti con Parkinson: focus su sonno e qualità della vita

Evidenziate connessioni tra disturbi del sonno e malattia di...

Farmacie e consultori famigliari, due sedi per vaccinare la popolazione piemontese contro il Papillomavirus

Potenziare l’attività di prevenzione rivolta ai cittadini è una...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

Il gemello digitale umano a fianco del medico: “Sarà una cura sempre più personalizzata del paziente”. 

Intervista con Alessandro Maiocchi - Bracco e Centro diagnostico...

Vaccinazione e cittadini lombardi: la chiamata all’azione passa dal medico di famiglia

Alla Midsummer School di Motore Sanità, a Palazzo Pirelli...

Nuove prospettive per i pazienti con Parkinson: focus su sonno e qualità della vita

Evidenziate connessioni tra disturbi del sonno e malattia di...

Farmacie e consultori famigliari, due sedi per vaccinare la popolazione piemontese contro il Papillomavirus

Potenziare l’attività di prevenzione rivolta ai cittadini è una...

Insieme per rendere equo ed accessibile a tutti un servizio sanitario invidiato in tutto il mondo

I pazienti al centro della sanità italiana: la grande...
spot_imgspot_img

Il gemello digitale umano a fianco del medico: “Sarà una cura sempre più personalizzata del paziente”. 

Intervista con Alessandro Maiocchi - Bracco e Centro diagnostico italiano Alla MidSummer School di Motore Sanità, la tre giorni milanese – dal 10 al 12...

Vaccinazione e cittadini lombardi: la chiamata all’azione passa dal medico di famiglia

Alla Midsummer School di Motore Sanità, a Palazzo Pirelli a Milano il 10 luglio, l’11 e il 12 luglio, un tema affrontato - perché...

Nuove prospettive per i pazienti con Parkinson: focus su sonno e qualità della vita

Evidenziate connessioni tra disturbi del sonno e malattia di Parkinson, con nuove strategie di cura Il Parkinson è la seconda malattia neurodegenerativa più comune al...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui