Contenuti esclusivi

Riflessioni sulla giornata mondiale della fibromialgia: un appello al riconoscimento e all’azione

Necessità di inserire la fibromialgia nei livelli essenziali di...

Valentina Petillo della Fondazione Unismart

L’innovazione passa per i brevetti  “Siamo intervenuti a questo appuntamento,...

Race for the Cure 2024: un trionfo di solidarietà e prevenzione

Roma accoglie 150.000 partecipanti alla più grande manifestazione mondiale...

Un nuovo farmaco contro l’Alzheimer può rallentare la progressione della malattia

Si tratta di donanemab, un anticorpo monoclonale anti-amiloide che agisce attaccando le proteine beta-amiloide nel cervello.

I risultati di uno studio di 18 mesi hanno dimostrato che un nuovo farmaco contro l’Alzheimer può ritardare la progressione della malattia fino al 35,1%. Si tratta di donanemab, un anticorpo monoclonale anti-amiloide creato da Eli Lilly and Company che agisce attaccando le proteine beta-amiloide nel cervello. 

Pro e contro

Se però durante lo studio alcuni pazienti hanno avuto un rallentamento del declino da 4,4 a 7,5 mesi, il farmaco ha mostrato tuttavia gravi effetti collaterali, come emorragie cerebrali e gonfiore. Nonostante ciò, donanemab sarà probabilmente approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense, diventando il terzo farmaco disponibile per il trattamento dell’Alzheimer negli Stati Uniti. Gli esperti ritengono che questi nuovi trattamenti possano aprire la strada a una nuova era di terapie molecolari per la malattia di Alzheimer e altre malattie neurodegenerative. 

Necessari ulteriori studi

In ogni caso, sono necessari ulteriori dati per comprendere meglio a chi il farmaco sia più indicato e se i benefici superano i rischi. È importante notare, infatti, che ci sono alcune grandi limitazioni allo studio: quasi tutti i partecipanti erano bianchi e l’età dei partecipanti era compresa tra 60 e 85 anni. In più il processo si è concluso appunto dopo 18 mesi, anche se i ricercatori affermano che ora è in lavorazione un’estensione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Neosma: partiti gli screening neonatali per l’atrofia muscolare spinale in Campania, una sfida per la salute dei neonati, Le malattie rare non sono tutte uguali, Tumore al seno: il ruolo del patologo.

Seguici!

Ultimi articoli

Riflessioni sulla giornata mondiale della fibromialgia: un appello al riconoscimento e all’azione

Necessità di inserire la fibromialgia nei livelli essenziali di...

Valentina Petillo della Fondazione Unismart

L’innovazione passa per i brevetti  “Siamo intervenuti a questo appuntamento,...

Race for the Cure 2024: un trionfo di solidarietà e prevenzione

Roma accoglie 150.000 partecipanti alla più grande manifestazione mondiale...

Disabilità sensoriale: stanziati 12 milioni per l’inclusione scolastica

Dalla giunta lombarda un intervento per potenziare servizi e...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

Riflessioni sulla giornata mondiale della fibromialgia: un appello al riconoscimento e all’azione

Necessità di inserire la fibromialgia nei livelli essenziali di...

Valentina Petillo della Fondazione Unismart

L’innovazione passa per i brevetti  “Siamo intervenuti a questo appuntamento,...

Race for the Cure 2024: un trionfo di solidarietà e prevenzione

Roma accoglie 150.000 partecipanti alla più grande manifestazione mondiale...

Disabilità sensoriale: stanziati 12 milioni per l’inclusione scolastica

Dalla giunta lombarda un intervento per potenziare servizi e...

Da smog a social: i nuovi nemici del cuore

10 regole di prevenzione 3.0 per proteggere la salute...
spot_imgspot_img

Riflessioni sulla giornata mondiale della fibromialgia: un appello al riconoscimento e all’azione

Necessità di inserire la fibromialgia nei livelli essenziali di assistenza La fibromialgia, una sindrome complessa e cronica di origine multifattoriale, ha ricevuto attenzione globale durante...

Valentina Petillo della Fondazione Unismart

L’innovazione passa per i brevetti  “Siamo intervenuti a questo appuntamento, qui oggi a Padova promosso da Motore Sanità, come supporto alla presenza degli spin-off dell’Università...

Race for the Cure 2024: un trionfo di solidarietà e prevenzione

Roma accoglie 150.000 partecipanti alla più grande manifestazione mondiale contro i tumori del seno Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inaugurato ufficialmente la 25ª...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui