Contenuti esclusivi

La leadership italiana nelle reti europee di malattie rare

Intervista a Giorgio Perilongo, Coordinatore, Dipartimento Funzionale Malattie Rare,  Membro...

Riflessioni sull’innovazione e la sostenibilità della sanità

Intervista a Luca Coletto, Assessore alla Salute e Politiche...

Convatec Italia: innovazione e assistenza al World Health Forum Veneto

Intervista a Laura Meli, Responsabile di Comunicazione Convatec Italia...

La Sanità Italiana al fianco degli Ucraini, supporto medico e protesico a chi ha subito amputazioni a causa della guerra

Il Ministro della Salute italiano, Orazio Schillaci, ha annunciato l’impegno dell’Italia nella ricostruzione dell’Ucraina, attraverso la fornitura di supporto medico e protesico. Il progetto, coordinato dal Centro Superhumans per le ferite da guerra, sarà dedicato alla riabilitazione dei feriti militari e civili, in particolar modo a coloro che hanno subito amputazioni.

Il Ministro della Salute italiano, Orazio Schillaci, ha annunciato l’impegno dell’Italia nella ricostruzione dell’Ucraina, attraverso la fornitura di supporto medico e protesico. Il progetto, coordinato dal Centro Superhumans per le ferite da guerra, sarà dedicato alla riabilitazione dei feriti militari e civili, in particolar modo a coloro che hanno subito amputazioni.

Secondo i dati forniti dal Ministero della Salute, oltre 10.000 Ucraini necessitano di protesi e riabilitazione a causa delle ferite subite durante il conflitto, che ha visto più di 8.000 militari feriti, il 70.5% dei quali ha subito importanti lesioni agli arti e il 5.2% delle amputazioni.

Insieme al Centro Protesico Inail, all’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, alla Fondazione Santa Lucia e alla Croce Rossa Italiana, l’Italia mette a disposizione del Centro Superhumans team medici e strutture specializzate nel campo delle protesi e della riabilitazione, al fine di assicurare assistenza personalizzata, accrescere la capacità delle infrastrutture sanitarie locali e potenziare le risorse umane.

L’Italia ha una lunga storia di sostegno civile ed umanitario verso il popolo ucraino. Il governo italiano ha fornito aiuti economici e finanziari per sostenere l’Ucraina durante la crisi politica ed economica che ha colpito il Paese negli ultimi anni. Nel 2014, l’Italia ha donato 24 milioni di euro per sostenere i programmi governativi e delle organizzazioni internazionali in Ucraina.

Inoltre, numerose organizzazioni italiane, come la Caritas e la Croce Rossa Italiana, hanno anche inviato aiuti umanitari come cibo, medicine e assistenza sanitaria ai rifugiati e alle famiglie colpite dalla crisi in Ucraina.

Con il supporto ora offerto dal Ministro della Salute Schillaci, l’Italia rinnova la propria solidarietà nei confronti del popolo ucraino, garantendo sostegno anche nella ricostruzione post-bellica e nel superamento della crisi umanitaria che ha seguito il conflitto. Un impegno concreto e tangibile, che dimostra il senso di responsabilità e la determinazione del nostro Paese nel contribuire alla costruzione di un mondo migliore e più giusto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Acne giovanile e tardiva: quali le cause scatenanti?, Vita di coppia: il dialogo è importante quanto il sesso, Ricerca per le malattie rare, Telethon destina 5.27MLN per 35 progetti di ricerca

Seguici!

Ultimi articoli

La leadership italiana nelle reti europee di malattie rare

Intervista a Giorgio Perilongo, Coordinatore, Dipartimento Funzionale Malattie Rare,  Membro...

Riflessioni sull’innovazione e la sostenibilità della sanità

Intervista a Luca Coletto, Assessore alla Salute e Politiche...

Convatec Italia: innovazione e assistenza al World Health Forum Veneto

Intervista a Laura Meli, Responsabile di Comunicazione Convatec Italia...

La carta di Cernobbio: 10 proposte concrete per la sanità del futuro

Presentati a Villa Erba i risultati della Winter School...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

La leadership italiana nelle reti europee di malattie rare

Intervista a Giorgio Perilongo, Coordinatore, Dipartimento Funzionale Malattie Rare,  Membro...

Riflessioni sull’innovazione e la sostenibilità della sanità

Intervista a Luca Coletto, Assessore alla Salute e Politiche...

Convatec Italia: innovazione e assistenza al World Health Forum Veneto

Intervista a Laura Meli, Responsabile di Comunicazione Convatec Italia...

La carta di Cernobbio: 10 proposte concrete per la sanità del futuro

Presentati a Villa Erba i risultati della Winter School...

La sanità del Sud protagonista della Winter School di Napoli: a che punto siamo?

Come sta la sanità nel Mezzogiorno d’Italia? Cosa serve...
spot_imgspot_img

La leadership italiana nelle reti europee di malattie rare

Intervista a Giorgio Perilongo, Coordinatore, Dipartimento Funzionale Malattie Rare,  Membro ERN TransplantChild, sul Trapianto d’Organo in Età Pediatrica Durante il convegno "A TUTTO ERN" a Padova,...

Riflessioni sull’innovazione e la sostenibilità della sanità

Intervista a Luca Coletto, Assessore alla Salute e Politiche Sociali, Regione Umbria La Winter School 2024, intitolata "La risposta del Sud: Ricerca, innovazione, programmazione, sostenibilità",...

Convatec Italia: innovazione e assistenza al World Health Forum Veneto

Intervista a Laura Meli, Responsabile di Comunicazione Convatec Italia S.r.l. Il World Health Forum Veneto ha segnato un notevole successo durante i suoi quattro giorni di attività...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui