Contenuti esclusivi

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche,...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute...

Nanoparticelle guidate dal futuro: microrna, la speranza contro il melanoma emergente dallo studio iss

Un’innovativa ricerca dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) apre nuove prospettive nella lotta contro il melanoma metastatico, presentando le nanoparticelle cariche di microRNA come promettente frontiera terapeutica. Un approccio mirato che potrebbe rivoluzionare il trattamento di questa forma tumorale resistente, aprendo la strada a nuove speranze e possibilità per i pazienti.

Nel costante sforzo per trovare soluzioni innovative nella lotta contro il melanoma metastatico, un gruppo di ricercatori dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) ha fatto un passo avanti nel campo delle terapie con un approccio promettente. L’uso di nanoparticelle contenenti microRNA (miR126) emerge come una possibile arma contro il melanoma resistente alle terapie tradizionali, aprendo prospettive anche per altre forme di tumori.

Lo studio, guidato dalle ricercatrici Nadia Felli e Federica Felicetti del dipartimento di Oncologia e Medicina Molecolare dell’ISS, si basa sulla capacità del miR126 di agire come un agente onco-soppressivo. Le nanoparticelle, create con chitosano e funzionalizzate con un anticorpo specifico per le cellule di melanoma, consentono di veicolare miratamente il miR126 alle cellule tumorali, migliorando l’efficacia del trattamento e riducendo gli effetti collaterali.

Attualmente, il melanoma metastatico rappresenta una sfida significativa, e molte terapie convenzionali hanno limitati successi. Il nuovo approccio proposto offre una speranza concreta, come dimostrato dai successi in vitro e in vivo. Le nanoparticelle, combinate con un inibitore della via di trasduzione del segnale PI3K/AKT, hanno mostrato una significativa riduzione della crescita del tumore primitivo e un’inibizione sorprendente della metastatizzazione.

“Questo sistema rappresenta un approccio innovativo nella terapia oncologica, consentendo il trasporto mirato del microRNA verso le cellule tumorali,” sottolineano le ricercatrici. Il passo successivo sarà la transizione alla fase clinica, cruciale per valutare l’efficacia del trattamento su pazienti e determinare la sua reale applicabilità nella lotta contro il melanoma metastatico resistente. La collaborazione tra il gruppo di ricerca dell’ISS e le ricercatrici dell’Università “Sapienza” di Roma sottolinea l’importanza di un approccio multidisciplinare per affrontare sfide complesse come il melanoma metastatico.

Seguici!

Ultimi articoli

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche,...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute...

Verso una salute mentale equa ed accessibile

Intervista a Giuseppe Ducci, Direttore DSM ASL Roma 1 La...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche,...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute...

Verso una salute mentale equa ed accessibile

Intervista a Giuseppe Ducci, Direttore DSM ASL Roma 1 La...

Un confronto interdisciplinare per migliorare il sistema sanitario e rispondere alle crescenti esigenze post-pandemia

Intervista a Giuseppe Quintavalle, Commissario straordinario della ASL Roma...
spot_imgspot_img

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche, Azienda USL Romagna Cesena Durante l’evento “LA SALUTE MENTALE NEI TERRITORI”, organizzato da Motore Sanità con...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica Sudest Durante la presentazione in Toscana della “Carta dei Diritti dei Pazienti in Nutrizione Artificiale“, Mondosanità ha intervistato Valentina...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale Asl Lanciano-Vasto-Chieti La salute mentale è un pilastro essenziale per il benessere individuale e collettivo,...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui