Contenuti esclusivi

Oncologia personalizzata, best practices e nuove sfide dalle regioni italiane

In oncologia, i cambiamenti portati dalla ricerca sul modello...

𝐇iv, ridotto il rischio di sviluppare malattia avanzata nei soggetti in cura

Importanti novità sono arrivate dal congresso nazionale Icar (Italian...

L’oncologia di oggi, sempre più personalizzata e per questo ha bisogno di una nuova organizzazione

In oncologia, i cambiamenti portati dalla ricerca sul modello...

Sfide, digitalizzazione e prospettive: la Sanità italiana è in evoluzione

Connettere le filiali della conoscenza: dalla Winter School 2024 di Motore Sanità a Napoli, un viaggio tra innovazione, investimenti e il futuro della Sanità Italiana

Napoli, 14 marzo 2024Al via alla Winter School 2024 targata Motore Sanità dal titolo “La risposta del Sud. Ricerca, innovazione, programmazione, sostenibilità”, in corso di svolgimento oggi e domani a Napoli, presso il Grand Hotel Santa Lucia. Un evento promosso in media partnership con Mondosanità, Eurocomunicazione e Askanews e con il contributo incondizionato di Mundipharma, Boehringer Ingelheim, Chiesi global rare diseases, Johnson & Johnson, Daiichi-Sankyo, Abbott, Amicus Therapeutics e Incyte.

Ad aprire i lavori della prima tavola rotonda “Quali prospettive nazionali e regionali per un accesso rapido all’innovazione”, Claudio Zanon, Direttore Scientifico Motore Sanità. 

C’è un filo conduttore sottile che lega l’evento della Winter School di Cernobbio al World Health Forum e alla Winter School di Napoli”, afferma il Dottor Zanon. “Nel contesto della prima parte della Winter School di Napoli, ci concentreremo sull’importanza dei farmaci e dei dispositivi medici nel nostro Paese, assicurando terapie adeguate e uniformemente diffuse. È essenziale non solo evolvere da uno Stato che detiene il secondo posto in Europa per la produzione di farmaci, ma anche implementare nuovi investimenti legati alla ricerca e, attraverso il PNRR, adottare nuovi modelli organizzativi. Questo include la formulazione di nuove molecole diagnostiche e terapeutiche dal punto di vista farmacologico, nonché lo sviluppo di nuovi dispositivi, focalizzati non solo sulle strutture ospedaliere, ma anche sul futuro della medicina territoriale. Per valutare il rapporto del nostro Paese con gli altri, esamineremo i dati dell’Ocse come punto di partenza e riferimento, facilitando una ripartenza adeguata. La ricerca propone un’evoluzione nell’ambito farmacologico dei dispositivi, mirando a garantire un’innovazione omogenea su tutto il territorio. Parallelamente, si prevedono nuovi modelli organizzativi per riformare un Servizio sanitario nazionale di grande valore ma che, a 45 anni dalla sua istituzione, richiede un adeguamento”.

INNOVAZIONE E SOSTENIBILITÀ: LA TRASFORMAZIONE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE ALLA LUCE DELLE SFIDE DEMOGRAFICHE

Il nostro Servizio sanitario nazionale, messo alla prova da dinamiche demografiche che virano sempre più verso la cronicità, si trova oggi ad affrontare la fondamentale sfida dell’innovazione”, ha detto Antonio Postiglione, Direttore Generale della Sanità della Regione Campania. Siamo di fronte a un’opportunità unica per rafforzare i nostri sistemi, coniugando innovazioni farmacologiche e tecnologiche, ormai a livelli elevatissimi, con metodi e modelli che sappiano garantire e promuovere la sostenibilità dei bisogni di cura della popolazione. Il rafforzamento della sanità di prossimità, la digitalizzazione dei processi sanitari, la ricerca medica e scientifica sempre più orientate alla precisione delle cure, sono le strade obbligate per rispondere alle richieste di  bilanciamento  tra  domanda sociale e necessità economiche e per dar vita a modelli di investimento, di innovazione dei processi e della governance che abbiano come obiettivo la semplificazione delle procedure, l’espansione dei sistemi informatici, l’efficienza dei processi”.

OLTRE IL PREZZO: GUIDA ALLA PIANIFICAZIONE STRATEGICA PER LA SALUTE PUBBLICA

Analizzare il valore e non il prezzo, sia che si tratti di un progetto, di una strumentazione o di una ricerca”, sottolinea Vito Montanaro – Direttore del Dipartimento Regionale di Promozione della salute, del benessere sociale e dello sport per tutti della Regione Puglia.“Credo che mai come ora, di fronte alla grande spinta innovativa che attraversa tutti i campi, dal digitale alla sperimentazione di nuovi farmaci, la vera sfida per i manager della Sanità sia quella di pianificare con attenzione strategie e investimenti, mettendo al primo posto il valore, che nel nostro caso è la ricaduta in termini di salute. Un criterio che consente di migliorare l’assistenza ai cittadini, riuscendo al tempo stesso a coniugare le forze, come avviene nel caso delle centrali di committenza a livello nazionale o regionale”.

INNOVAZIONE E DIGITALIZZAZIONE PER RIDURRE L’INERZIA E AUMENTARE L’ADERENZA

Vincenzo Guardasole, Dirigente di Medicina Interna Indirizzo Metabolico dell’AOU Federico II Napoli e Presidente Regionale AMD, ha posto poi l’attenzione sull’incidenza del diabete che, in Campania, è arrivata a superare la soglia del 7%. “Questa patologia è causa di circa 23 mila decessi in Italia e diminuisce l’aspettativa di vita di circa 6/10 anni, ma un trattamento efficace può ridurre del 50% il rischio di sviluppare le costose complicanze diabetiche cambiando la storia naturale della malattia – chiosa Guardasole. L’uso appropriato delle terapie farmacologiche e delle tecnologie rappresenta l’unico vero mezzo per far sì che si riduca l’inerzia terapeutica ed aumenti l’aderenza alle terapie dei pazienti, due fattori cruciali per ottenere i risultati che gli studi clinici dimostrano di poter raggiungere. Questo consente di ottenere un rapporto costo-beneficio efficace, rendendo economicamente sostenibile per il SSN l’utilizzo dell’innovazione che ha un costo nettamente inferiore rispetto alla spesa sostenuta per la cura delle complicanze. Non dimentichiamo che la spesa stimata per il diabete tra costi diretti e indiretti supera i 9 miliardi di euro l’anno e la parte più cospicua di tale spesa è rappresentata dai ricoveri ospedalieri che potrebbero essere drasticamente ridotti con l’utilizzo delle nuove tecnologie”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Allarme polmonite nei bambini: 2 casi di mycoplasma in italia – esperti esortano prudenzaUna nuova terapia per la sindrome di Fanconi BickelCovid e influenza, poche vaccinazioni crescono i casi. Rischi per i fragili

Seguici!

Ultimi articoli

Oncologia personalizzata, best practices e nuove sfide dalle regioni italiane

In oncologia, i cambiamenti portati dalla ricerca sul modello...

𝐇iv, ridotto il rischio di sviluppare malattia avanzata nei soggetti in cura

Importanti novità sono arrivate dal congresso nazionale Icar (Italian...

L’oncologia di oggi, sempre più personalizzata e per questo ha bisogno di una nuova organizzazione

In oncologia, i cambiamenti portati dalla ricerca sul modello...

Lombardia: nasce il primo tavolo congiunto per l’alimentazione infantile

Collaborazione tra istituzioni ed esperti per definire linee guida...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

Oncologia personalizzata, best practices e nuove sfide dalle regioni italiane

In oncologia, i cambiamenti portati dalla ricerca sul modello...

𝐇iv, ridotto il rischio di sviluppare malattia avanzata nei soggetti in cura

Importanti novità sono arrivate dal congresso nazionale Icar (Italian...

L’oncologia di oggi, sempre più personalizzata e per questo ha bisogno di una nuova organizzazione

In oncologia, i cambiamenti portati dalla ricerca sul modello...

Lombardia: nasce il primo tavolo congiunto per l’alimentazione infantile

Collaborazione tra istituzioni ed esperti per definire linee guida...

Il gemello digitale umano a fianco del medico: “Sarà una cura sempre più personalizzata del paziente”. 

Intervista con Alessandro Maiocchi - Bracco e Centro diagnostico...
spot_imgspot_img

Oncologia personalizzata, best practices e nuove sfide dalle regioni italiane

In oncologia, i cambiamenti portati dalla ricerca sul modello mutazionale hanno portato a una evoluzione delle terapie verso le target therapy. Questo percorso insieme...

𝐇iv, ridotto il rischio di sviluppare malattia avanzata nei soggetti in cura

Importanti novità sono arrivate dal congresso nazionale Icar (Italian Conference on AIDS and Antiviral Research).  La dottoressa Annalisa Mondi ha presentato uno studio, condotto all’interno...

L’oncologia di oggi, sempre più personalizzata e per questo ha bisogno di una nuova organizzazione

In oncologia, i cambiamenti portati dalla ricerca sul modello mutazionale hanno portato a una evoluzione delle terapie verso le target therapy. Questo percorso insieme...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui