Contenuti esclusivi

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche,...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute...

Covid: oms, un decennio di progressi nell’aspettativa di vita cancellato

La pandemia ha riportato l’aspettativa di vita globale ai livelli del 2012, con un calo di 1,8 anni tra il 2019 e il 2021, secondo il rapporto World Health Statistics 2024

La pandemia di Covid-19 ha avuto un impatto devastante sull’aspettativa di vita globale, cancellando in soli due anni un decennio di progressi. Questo è il dato allarmante che emerge dal Rapporto World Health Statistics 2024 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms). Tra il 2019 e il 2021, l’aspettativa di vita globale si è ridotta di 1,8 anni, scendendo a 71,4 anni, un livello che non si vedeva dal 2012. Anche l’aspettativa di vita sana ha subito un duro colpo, diminuendo di 1,5 anni e tornando a 61,9 anni, sempre il livello del 2012.

La pandemia ha invertito la tendenza al costante aumento dell’attesa di vita alla nascita e dell’aspettativa di vita in buona salute, ha evidenziato l’Oms. L’effetto è stato particolarmente grave in due delle sei regioni in cui l’agenzia ginevrina suddivide il mondo: le Americhe e il Sudest asiatico. In queste aree, l’aspettativa di vita è calata di circa 3 anni, mentre l’aspettativa di vita sana si è ridotta di 2,5 anni.

Al contrario, la regione del Pacifico occidentale è stata colpita in misura minima durante i primi due anni della pandemia, con perdite inferiori a 0,1 anni nell’aspettativa di vita e 0,2 anni nell’aspettativa di vita sana.

Un tributo di vite umane

La malattia da Sars-CoV-2 è diventata la terza causa di morte nel 2020 e la seconda nel 2021, con quasi 13 milioni di vite umane perse in tutto il mondo durante questo periodo. Covid-19 è stato tra le prime cinque cause di morte in tutte le regioni dell’Oms, eccetto che in Africa e nel Pacifico occidentale, dove comunque ha rappresentato una minaccia significativa.

Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms, ha rilanciato un appello in vista dell’Assemblea mondiale della sanità (27 maggio-1 giugno) per l’adozione di un nuovo Accordo pandemico. “Le ultime stime indicano che, ad eccezione delle regioni dell’Africa e del Pacifico occidentale, Covid-19 è stato fra le prime cinque cause di morte, diventando in entrambi gli anni la principale causa di morte nelle Americhe,” ha sottolineato Tedros.

L’importanza dell’Accordo pandemico

Nonostante i progressi significativi nella sanità globale, con miliardi di persone che godono di una salute migliore e di un migliore accesso ai servizi, Tedros ha avvertito che questi progressi sono fragili. “In soli due anni, la pandemia di Covid ha cancellato un decennio di miglioramenti nell’aspettativa di vita,” ha dichiarato. “Ecco perché il nuovo Accordo pandemico è così importante: non solo per rafforzare la sicurezza sanitaria globale, ma per proteggere gli investimenti a lungo termine nella sanità e promuovere l’equità tra i Paesi e al loro interno.”

Il rapporto dell’Oms sottolinea la necessità di una risposta globale coordinata per affrontare future pandemie e prevenire ulteriori arretramenti nei progressi sanitari. Il Covid-19 ha dimostrato quanto sia vitale la cooperazione internazionale e l’investimento continuo nella preparazione e nella resilienza dei sistemi sanitari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Affrontare la vitiligine: un impegno sociale e medicoPrevenzione vaccinale: percorsi facilitati, priorità ai pazienti oncologici e onco-ematologiciProgressioni sanitarie, equo compenso: arriva la prima bozza dei parametri per 17 profili

Seguici!

Ultimi articoli

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche,...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute...

Verso una salute mentale equa ed accessibile

Intervista a Giuseppe Ducci, Direttore DSM ASL Roma 1 La...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche,...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute...

Verso una salute mentale equa ed accessibile

Intervista a Giuseppe Ducci, Direttore DSM ASL Roma 1 La...

Un confronto interdisciplinare per migliorare il sistema sanitario e rispondere alle crescenti esigenze post-pandemia

Intervista a Giuseppe Quintavalle, Commissario straordinario della ASL Roma...
spot_imgspot_img

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche, Azienda USL Romagna Cesena Durante l’evento “LA SALUTE MENTALE NEI TERRITORI”, organizzato da Motore Sanità con...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica Sudest Durante la presentazione in Toscana della “Carta dei Diritti dei Pazienti in Nutrizione Artificiale“, Mondosanità ha intervistato Valentina...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale Asl Lanciano-Vasto-Chieti La salute mentale è un pilastro essenziale per il benessere individuale e collettivo,...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui