Contenuti esclusivi

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche,...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute...

Alzheimer e piano vaccinale Covid

PIANO VACCINALE COVID PER I MALATI DI ALZHEIMER

Purtroppo al momento il piano vaccinale covid non dedica priorità alle persone con Alzheimer. L’unico accenno che viene fatto è quello delle persone fragili. Non viene fatto alcun riferimento però alle persone con declino cognitivo o persone con demenza fronto-temporale. Durante la pandemia, la categoria di persone con demenza è stata quella più colpita.

Si calcola che il 20% delle persone morte a causa del Covid avessero demenza. La Federazione Alzheimer Italia si è rivolta al Generale Figliuolo per chiedere di dedicare alle persone con demenza una corsia preferenziale. Nonostante le rassicurazioni, ad oggi non abbiamo ancora una via preferenziale.

PERSONE CON DEMENZA E CAREGIVER DURANTE IL COVID

La Federazione Alzheimer Italia già un anno fa ha provveduto a fornire un decalogo. Questo comprende semplici regole e suggerimenti per supportare la persona con demenza durante il lockdown. Non bisogna dimenticare, però, che anche i caregiver sono vittime di questa pandemia. La persona malata non è solo quella affetta da demenza, ma lo può diventare anche il caregiver, con sintomatologie importanti tra cui la depressione.

È per questo motivo che la Federazione dedica molte energie alle persone con demenza e alle loro famiglie. Un altro obiettivo che si prefigge è sensibilizzare le istituzioni affinchè prendano coscienza che è cruciale la vaccinazione per queste persone.

LE ISTANZE CHE LA FEDERAZIONE PORTA AVANTI

La Federazione ha aderito alla proposta del Piano di Ripresa e Resilienza proprio perché attraverso il Recovery Fund si possano supportare persone non autosufficienti. Il Recovery Fund consiste in un fondo dedicato al recupero di quanto si è perso durante questa pandemia.

Quello che si è perso maggiormente è la vita delle persone con demenza e la loro serenità. Quindi è sicuramente opportuno, con questa proposta, essere vicino alle persone non autosufficienti e alle persone con demenza. Questo è possibile fornendo una serie di servizi, a partire dalla medicina territoriale per arrivare anche all’assistenza all’interno della casa.

Clicca qui per scoprire quali accorgimenti adottare per migliorare il benessere del malato di demenza e della sua famiglia in epoca pandemica.

Seguici!

Ultimi articoli

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche,...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute...

Verso una salute mentale equa ed accessibile

Intervista a Giuseppe Ducci, Direttore DSM ASL Roma 1 La...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche,...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute...

Verso una salute mentale equa ed accessibile

Intervista a Giuseppe Ducci, Direttore DSM ASL Roma 1 La...

Un confronto interdisciplinare per migliorare il sistema sanitario e rispondere alle crescenti esigenze post-pandemia

Intervista a Giuseppe Quintavalle, Commissario straordinario della ASL Roma...
spot_imgspot_img

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche, Azienda USL Romagna Cesena Durante l’evento “LA SALUTE MENTALE NEI TERRITORI”, organizzato da Motore Sanità con...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica Sudest Durante la presentazione in Toscana della “Carta dei Diritti dei Pazienti in Nutrizione Artificiale“, Mondosanità ha intervistato Valentina...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale Asl Lanciano-Vasto-Chieti La salute mentale è un pilastro essenziale per il benessere individuale e collettivo,...