Contenuti esclusivi

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche,...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute...

FUNGO DI CHERNOBYL POTREBBE ESSERE LA CHIAVE PER LA COLONIZZAZIONE DI MARTE

Un fungo di Chernobyl potrebbe essere la chiave per la colonizzazione di Marte. Sono passati oltre 34 anni da quel fatidico 26 aprile 1986 segnato dalla rottura e dalla successiva fusione del reattore n°4 della centrale nucleare di Chernobyl.

Da quel giorno non solo si studiano gli effetti del reattore che ancora oggi scava il suo sarcofago di cemento scendendo sempre più in basso ma gli scienziati di tutto il mondo studiano l’area del disastro nucleare per capire come la natura non solo sia potuta sopravvivere a quel dramma nucleare ma addirittura adattarsi alle radiazioni.

L’ultima scoperta riguarda un fungo che cresce addirittura all’interno del reattore irradiato dai raggi gamma. Gli scienziati hanno scoperto che, allo stesso modo in cui le piante convertono anidride carbonica e clorofilla in ossigeno e glucosio attraverso la fotosintesi, questi funghi hanno assorbito raggi mortali che gli hanno permesso di produrre energia.

 

Fungo di Chernobyl e radiosintesi

 

Questo processo – la radiosintesi salutata – ha catturato l’attenzione degli scienziati a causa delle sue implicazioni potenzialmente rivoluzionarie.

Questo strano fungo nero potrebbe infatti consentire ai malati di cancro sottoposti a radioterapia senza esporsi eccessivamente alle radiazioni, agli ingegneri delle centrali nucleari e ai piloti delle compagnie aeree di operare senza il timore di assorbire una mortale dose di raggi. Le implicazioni di questo fungo però possono trascendere la biotecnologia terrestre e diventare la chiave per vivere su Marte.

Infatti il pianeta rosso oltre che essere primo di vita ed inospitale è ricoperto da un elevato livello di radioattività. Gli scienziati ipotizzano che creare delle coperture di circa 21 centimetri di spessore di questi funghi potrebbe isolare un’ipotetica struttura dalle radiazioni consentendo quindi agli esseri umani di viverci

Seguici!

Ultimi articoli

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche,...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute...

Verso una salute mentale equa ed accessibile

Intervista a Giuseppe Ducci, Direttore DSM ASL Roma 1 La...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche,...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute...

Verso una salute mentale equa ed accessibile

Intervista a Giuseppe Ducci, Direttore DSM ASL Roma 1 La...

Un confronto interdisciplinare per migliorare il sistema sanitario e rispondere alle crescenti esigenze post-pandemia

Intervista a Giuseppe Quintavalle, Commissario straordinario della ASL Roma...
spot_imgspot_img

Risorse urgenti per la salute mentale: affrontare il crescente impatto della psicopatologia tra i giovani

Intervista a Michele Sanza, Direttore UO Servizio Dipendenze Patologiche, Azienda USL Romagna Cesena Durante l’evento “LA SALUTE MENTALE NEI TERRITORI”, organizzato da Motore Sanità con...

Il ruolo della nutrizione artificiale: diritti dei pazienti e sfide future

Intervista a Valentina Culicchi, Direttore ff UOSD Nutrizione Clinica Sudest Durante la presentazione in Toscana della “Carta dei Diritti dei Pazienti in Nutrizione Artificiale“, Mondosanità ha intervistato Valentina...

Salute mentale: investimenti necessari per un benessere equo

Intervista a Marco Alessandrini, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale Asl Lanciano-Vasto-Chieti La salute mentale è un pilastro essenziale per il benessere individuale e collettivo,...