Contenuti esclusivi

Riflessioni sulla giornata mondiale della fibromialgia: un appello al riconoscimento e all’azione

Necessità di inserire la fibromialgia nei livelli essenziali di...

Valentina Petillo della Fondazione Unismart

L’innovazione passa per i brevetti  “Siamo intervenuti a questo appuntamento,...

Race for the Cure 2024: un trionfo di solidarietà e prevenzione

Roma accoglie 150.000 partecipanti alla più grande manifestazione mondiale...

La terapia genica aiuta i daltonici a vedere i colori

Si chiama acromatopsia, meglio conosciuta come daltonismo, vale a dire l’incapacità di percepire qualunque colore. Le persone affette da daltonismo oggi grazie alla terapia genica della retina sono in grado di distinguere un oggetto rosso dal suo sfondo più scuro. Lo dimostra
lo studio pubblicato su Current Biology, condotto dai ricercatori dell’Università Ebraica di Gerusalemme (Israele).

La sperimentazione, condotta da un gruppo di ricercatori dell’Università Ebraica di Gerusalemme
(Israele), ha coinvolto tre adulti e un bambino affetti da acromatopsia, patologia della vista meglio
conosciuta come daltonismo, vale a dire l’incapacità totale di percepire qualunque colore.
La terapia genica della retina è venuta in aiuto permettendo alle persone affette di daltonismo di
vedere un oggetto rosso dal suo sfondo più scuro. La terapia genica è un intervento chirurgico che
introduce nelle cellule del paziente del materiale genetico, attraverso un vettore (un virus reso
innocuo), per bloccare un gene disfunzionale e così curare la malattia. Nella pratica, i ricercatori hanno inserito copie “funzionali” del gene in uno degli occhi di ciascun volontario, nella retina che ospita i coni, responsabili della percezione dei colori. Per trasportarlo hanno utilizzato un vettore virale. Dopo l’esperimento, la vista dei volontari affetti da daltonismo non è cambiata drasticamente, ma i test hanno indicato che tutti potevano identificare strisce rosse su sfondi scuri con l’occhio trattato. Dopo il trattamento gli “acromati” erano in grado di percepire il colore rosso, anche se in modo molto limitato e diverso rispetto ai normo-vedenti. Già nel 2009 erano state trattate con la terapia genica della retina un gruppo di scimmie scoiattolo adulte con daltonismo rosso-verde mostrando risultati simili. Dopo il trattamento, le scimmie erano in grado di vedere sia il rosso che il verde su uno sfondo grigio, mentre prima del trattamento vedevano solo il rosso. A differenza degli animali dicromatici trattati, la capacità di reagire alle lunghezza d’onda della luce mostrata dai volontari nello studio, è un’abilità completamente nuova per i pazienti daltonici. Secondo gli esperti, questo studio rappresenta un primo passo necessario per poter acquisire la
capacità di vedere e distinguere tutti i colori.

Seguici!

Ultimi articoli

Riflessioni sulla giornata mondiale della fibromialgia: un appello al riconoscimento e all’azione

Necessità di inserire la fibromialgia nei livelli essenziali di...

Valentina Petillo della Fondazione Unismart

L’innovazione passa per i brevetti  “Siamo intervenuti a questo appuntamento,...

Race for the Cure 2024: un trionfo di solidarietà e prevenzione

Roma accoglie 150.000 partecipanti alla più grande manifestazione mondiale...

Disabilità sensoriale: stanziati 12 milioni per l’inclusione scolastica

Dalla giunta lombarda un intervento per potenziare servizi e...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

Riflessioni sulla giornata mondiale della fibromialgia: un appello al riconoscimento e all’azione

Necessità di inserire la fibromialgia nei livelli essenziali di...

Valentina Petillo della Fondazione Unismart

L’innovazione passa per i brevetti  “Siamo intervenuti a questo appuntamento,...

Race for the Cure 2024: un trionfo di solidarietà e prevenzione

Roma accoglie 150.000 partecipanti alla più grande manifestazione mondiale...

Disabilità sensoriale: stanziati 12 milioni per l’inclusione scolastica

Dalla giunta lombarda un intervento per potenziare servizi e...

Da smog a social: i nuovi nemici del cuore

10 regole di prevenzione 3.0 per proteggere la salute...
spot_imgspot_img

Riflessioni sulla giornata mondiale della fibromialgia: un appello al riconoscimento e all’azione

Necessità di inserire la fibromialgia nei livelli essenziali di assistenza La fibromialgia, una sindrome complessa e cronica di origine multifattoriale, ha ricevuto attenzione globale durante...

Valentina Petillo della Fondazione Unismart

L’innovazione passa per i brevetti  “Siamo intervenuti a questo appuntamento, qui oggi a Padova promosso da Motore Sanità, come supporto alla presenza degli spin-off dell’Università...

Race for the Cure 2024: un trionfo di solidarietà e prevenzione

Roma accoglie 150.000 partecipanti alla più grande manifestazione mondiale contro i tumori del seno Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inaugurato ufficialmente la 25ª...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui