Contenuti esclusivi

Riflessioni sulla giornata mondiale della fibromialgia: un appello al riconoscimento e all’azione

Necessità di inserire la fibromialgia nei livelli essenziali di...

Valentina Petillo della Fondazione Unismart

L’innovazione passa per i brevetti  “Siamo intervenuti a questo appuntamento,...

Race for the Cure 2024: un trionfo di solidarietà e prevenzione

Roma accoglie 150.000 partecipanti alla più grande manifestazione mondiale...

Programmi di antimicrobial stewardship, di infection control e di sorveglianza per ridurre il rischio di infezioni ospedaliere nei pazienti adulti e pediatrici ricoverati

La regione Siciliana ha fatto tanto per la lotta all’antimicrobico resistenza e tanto ancora sta facendo. Il tutto è documentato dai decreti relativi all’istituzione dei programmi aziendali di antimicrobial stewardship, di infection control e di sorveglianza delle batteriemie da enterobatteri resistenti ai carbapenemi

 “Si sta facendo molto per ridurre i rischi delle infezioni ospedaliere”, a dirlo il dottor Salvatore Requirez, dirigente generale del dipartimento Attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico (Dasoe) della Regione Siciliana, intervenuto all’incontro organizzato da Motore Sanità, a Palermo, dal titolo “ABSSSI. Percorsi diagnostico terapeutici e innovazioni nelle infezioni di cute e tessuti molli”.

Direttore, qual è il messaggio che ha portato a questo tavolo di confronto?

 “Oggi in rappresentanza dell’impegno regionale in quest’ambito, ovvero quello dell’antimicrobico resistenza, ho voluto sottolineare intanto l’impegno del mio dipartimento a un triplice livello, quello del governo del rischio clinico, quello della prevenzione, che è quello anche della formazione destinata agli operatori del sistema sanitario e che guardano le evidenze scientifiche e i percorsi terapeutici, nelle condizioni di controllo, per controllare questo fenomeno e soprattutto frenare quei livelli di crescita che in maniera assolutamente preoccupante hanno segnato gli ultimi anni”, replica il dottore.

“Controllarlo significa fare un investimento di tipo anche economico-sanitario – continua il dottore -, significa assicurare una migliore qualità della vita, oltre che l’immediato accorciamento delle durate di degenza, senza postumi e senza reliquati che sono in grado di segnare perennemente la vita di una persona.

Concludendo: rispetto dei protocolli, la diffusione degli insegnamenti, condivisi in maniera omogenea dai formatori a livello di programmi di formazione aziendale, il saper vincolare agli obiettivi dei direttori generali le attività di prevenzione specifiche, credo che siano gli atteggiamenti minimi che la pubblica amministrazione deve adottare, se davvero vuole perseguire risultati incoraggianti in un’isola che si è trovata anche agli strumenti di controllo e di evidenza scientifica che sono assolutamente all’avanguardia, quale quello del monitoraggio continuo online delle figure microbiologiche che sono resistenti ai trattamenti antibiotici. Questo è un grandissimo vantaggio per gli operatori che combattono a livello delle malattie infettive e di prevenzione anche dell’insorgenza inaspettata più delle volte di questo fenomeno che speriamo ci possa condurre a risultati quantomeno incoraggianti”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Boom di polmoniti nei bambini in Cina: pechino rassicura sull’identificazione di patogeni conosciutiRivisitare la figura dello psicologo, affinché venga percepita soprattutto in positivoDiabete di tipo 2: in Sicilia si contano più di 300mila casi

Seguici!

Ultimi articoli

Riflessioni sulla giornata mondiale della fibromialgia: un appello al riconoscimento e all’azione

Necessità di inserire la fibromialgia nei livelli essenziali di...

Valentina Petillo della Fondazione Unismart

L’innovazione passa per i brevetti  “Siamo intervenuti a questo appuntamento,...

Race for the Cure 2024: un trionfo di solidarietà e prevenzione

Roma accoglie 150.000 partecipanti alla più grande manifestazione mondiale...

Disabilità sensoriale: stanziati 12 milioni per l’inclusione scolastica

Dalla giunta lombarda un intervento per potenziare servizi e...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

Riflessioni sulla giornata mondiale della fibromialgia: un appello al riconoscimento e all’azione

Necessità di inserire la fibromialgia nei livelli essenziali di...

Valentina Petillo della Fondazione Unismart

L’innovazione passa per i brevetti  “Siamo intervenuti a questo appuntamento,...

Race for the Cure 2024: un trionfo di solidarietà e prevenzione

Roma accoglie 150.000 partecipanti alla più grande manifestazione mondiale...

Disabilità sensoriale: stanziati 12 milioni per l’inclusione scolastica

Dalla giunta lombarda un intervento per potenziare servizi e...

Da smog a social: i nuovi nemici del cuore

10 regole di prevenzione 3.0 per proteggere la salute...
spot_imgspot_img

Riflessioni sulla giornata mondiale della fibromialgia: un appello al riconoscimento e all’azione

Necessità di inserire la fibromialgia nei livelli essenziali di assistenza La fibromialgia, una sindrome complessa e cronica di origine multifattoriale, ha ricevuto attenzione globale durante...

Valentina Petillo della Fondazione Unismart

L’innovazione passa per i brevetti  “Siamo intervenuti a questo appuntamento, qui oggi a Padova promosso da Motore Sanità, come supporto alla presenza degli spin-off dell’Università...

Race for the Cure 2024: un trionfo di solidarietà e prevenzione

Roma accoglie 150.000 partecipanti alla più grande manifestazione mondiale contro i tumori del seno Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inaugurato ufficialmente la 25ª...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui