Contenuti esclusivi

Percorsi integrati di cura: un approccio virtuoso alla nutrizione artificiale

Intervista a Filippo Lintas, Presidente Home & Digital Care...

Nutrizione artificiale: soddisfare le esigenze nutrizionali ed emotive dei pazienti

Intervista a Maria Luisa Eliana Luisi, Presidente ADI, Associazione...

Il Governo vara il piano contro le liste d’attesa, ma non ci sono risorse

Visite ed esami sabato e domenica, sistema di prenotazione...

Scompenso cardiaco, in Sicilia le nuove terapie incontrano ancora inerzia terapeutica

La Sicilia, con oltre 15mila casi di scompenso cardiaco ogni anno, è tra le regioni in cui l’ospedalizzazione è tra le più elevate in Italia (fino a 4 per ogni 1.000 abitanti). Nel triennio 2017-2019 la media dei ricoveri ordinari degli uomini è stata di 8.639 e di 8.104 per le donne. Arrivato a 9 il tasso di mortalità nel 2021 (dell’11.22 in Italia).

Le nuove terapie rappresentano una importante rivoluzione perché riducono le ospedalizzazioni e la mortalità per scompenso cardiaco, ma si scontrano con l’inerzia terapeutica e la necessità di far diventare le conoscenze che vengono dalla ricerca scientifica in pratica clinica. Tutto questo emerge nel webinar organizzato da Motore Sanità, dal titolo: “SCOMPENSO CARDIACO, L’INNOVAZIONE CHE CAMBIA E SALVA LA VITA DEI MALATI CRONICI Focus on SGLT2i SICILIA”. 

In Sicilia si contano oltre 15mila casi di scompenso cardiaco ogni anno ed è tra le regioni in cui l’ospedalizzazione è tra le più elevate in Italia (fino a 4 per ogni 1.000 abitanti). Nel triennio 2017-2019 la media dei ricoveri ordinari degli uomini è stata di 8.639 e di 8.104 per le donne. Arrivato a 9 il tasso di mortalità nel 2021 (dell’11.22 in Italia).

Ha rimarcato il ruolo delle nuove terapie per il trattamento dello scompenso cardiaco Salvatore Corrao, Direttore Medicina interna e Dipartimento Medicina clinica ARNAS Ospedale Civico di Palermo, spiegando che le gliflozine sono farmaci estremamente potenti in grado di modificare la storia naturale dei pazienti con scompenso cardiaco indipendentemente dalla loro frazione di eiezione. Effetti che si manifestano rapidamente e in grado di modificare i tassi di ospedalizzazione e la mortalità cardiovascolare di questi pazienti. 

Ma esistono delle criticità e sono rappresentate fondamentalmente dall’inerzia terapeutica rispetto allo scompenso cardiaco e dalla necessità di far diventare le conoscenze che vengono dalla ricerca scientifica in pratica clinica. “La corretta informazione e la formazione – come spiega il professore Corraosono strumenti utili per il cambiamento ma ritengo che debba essere basata sul potenziamento del pensiero critico del professionista con una rigorosa impostazione metodologica sulla valutazione critica della letteratura scientifica e sul ragionamento clinico”. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Scompenso cardiaco, serve una presa in carico del paziente integrata e multiprofessionale. L’appello dei clinici e della politica, Scompenso cardiaco, solo il 58% dei pazienti cardiologici assume le nuove terapie raccomandate. Ecco le azioni da intraprendere, Innovazione tecnologica: le novità.

Seguici!

Ultimi articoli

Percorsi integrati di cura: un approccio virtuoso alla nutrizione artificiale

Intervista a Filippo Lintas, Presidente Home & Digital Care...

Nutrizione artificiale: soddisfare le esigenze nutrizionali ed emotive dei pazienti

Intervista a Maria Luisa Eliana Luisi, Presidente ADI, Associazione...

Il Governo vara il piano contro le liste d’attesa, ma non ci sono risorse

Visite ed esami sabato e domenica, sistema di prenotazione...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

Percorsi integrati di cura: un approccio virtuoso alla nutrizione artificiale

Intervista a Filippo Lintas, Presidente Home & Digital Care...

Nutrizione artificiale: soddisfare le esigenze nutrizionali ed emotive dei pazienti

Intervista a Maria Luisa Eliana Luisi, Presidente ADI, Associazione...

Il Governo vara il piano contro le liste d’attesa, ma non ci sono risorse

Visite ed esami sabato e domenica, sistema di prenotazione...

Nutrizione artificiale: chiarezza di responsabilità nel personale sanitario e riconoscimento delle competenze specializzate

Intervista ad Antonello Giannoni, Delegato Regionale SINPE per la...
spot_imgspot_img

Percorsi integrati di cura: un approccio virtuoso alla nutrizione artificiale

Intervista a Filippo Lintas, Presidente Home & Digital Care Confindustria Dispositivi Medici Durante la presentazione della "Carta dei Diritti dei Pazienti in Nutrizione Artificiale" in...

Nutrizione artificiale: soddisfare le esigenze nutrizionali ed emotive dei pazienti

Intervista a Maria Luisa Eliana Luisi, Presidente ADI, Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, Toscana e Responsabile del Servizio di Dietologia e Nutrizione...

Il Governo vara il piano contro le liste d’attesa, ma non ci sono risorse

Visite ed esami sabato e domenica, sistema di prenotazione unico, maggiore coinvolgimento di specializzandi e medici autonomi. Per Pd è un «provvedimento fuffa», per...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui