Contenuti esclusivi

Liste di attesa, arrivano un decreto e un disegno di legge

No della Fiaso alle sanzioni ai manager, bene la...

Covid, aumenta diffusione variante KP.3. Sintomi soft

La variante Covid KP.3 corre veloce negli Stati Uniti. L’occhio...

Dal Covid al Global Health: un percorso di innovazione 

Di Antonella Guida (direttore distretto Asl di Caserta) L’anno 2020...

Servizio sanitario in sofferenza.

Una forte diminuzione delle strutture di ricovero sia pubbliche che private tra il 2007 e il 2017, la riduzione nello stesso periodo dei posti letto ospedalieri complessivi (-35.797) e un continuo calo degli investimenti da parte dello Stato nel Servizio Sanitario Nazionale sono alcuni dei dati che emergono dallo studio realizzato dalla Fondazione The Bridge sulle politiche sanitarie nazionali e sul loro impatto sulle Regioni. L’analisi evidenzia come nel nostro Paese si è passati dai 12 posti letto per 1000 abitanti nel 1969 ai 3,5 attuali.

 

“La nostra analisi – ha scritto Rosaria Iardino, presidente della Fondazione The Bridge – vuole mettere in evidenza come l’applicazione di talune politiche sanitarie a livello nazionale abbia esasperato le disparità locali, adottando tagli che hanno talvolta impedito alle Regioni di reagire con efficienza agli impatti sanitari, come si è visto per la pandemia Covid.”

 

Teniamo presente che il valore del finanziamento ordinario al Servizio sanitario nazionale in rapporto al Pil dal 2010 è stato in continuo calo, dato allarmante soprattutto se raffrontato ad altri Paesi europei come Francia e Germania, dove l’investimento di fondi pubblici destinati alla sanità supera i 2.850 euro pro-capite a fronte dei soli 1.844 euro dell’Italia (fonte Istat 2016). Anche per quanto riguarda il personale ospedaliero, la tendenza è orientata verso una significativa riduzione: dal 2007 al 2019 il personale negli ospedali pubblici è diminuito del -7%, i medici del -6%, gli infermieri del -5%. Una riduzione da addebitarsi principalmente alle misure di contenimento della spesa pubblica previste con la Legge 191/2009, sbloccate solo nel 2019, e al cosiddetto “blocco del turnover” definito con la legge n. 296 del 2006.

 

Altro elemento importante da rilevare è quello delle borse di specializzazione, risultate, negli ultimi anni, inferiori al numero dei laureati chiamati ad accedervi e agli stessi fabbisogni indicati dalle Regioni. Nel 2018, infatti, sono state bandite 6.934 borse a fronte di un fabbisogno stabilito dalla Conferenza Stato-Regioni di 8.569.

 

Rilevante è anche il fattore del cosiddetto “imbuto formativo” che nel 2018 coinvolgeva 8.090 medici. Secondo Anaao-Assomed, a partire dai dati degli specializzandi e ipotizzando che, tra il 2018 e il 2025, dei medici specialisti attualmente impiegati nella sanità pubblica ne potrebbero andare in pensione la metà, per il 2025 si prevede una importante carenza di circa 16.500 specialisti.

Seguici!

Ultimi articoli

Liste di attesa, arrivano un decreto e un disegno di legge

No della Fiaso alle sanzioni ai manager, bene la...

Covid, aumenta diffusione variante KP.3. Sintomi soft

La variante Covid KP.3 corre veloce negli Stati Uniti. L’occhio...

Dal Covid al Global Health: un percorso di innovazione 

Di Antonella Guida (direttore distretto Asl di Caserta) L’anno 2020...

Dolore cronico non oncologico, 1 milione di pazienti in Campania

Gli esperti: gravi rischi per la Salute dall’autocura e...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

Liste di attesa, arrivano un decreto e un disegno di legge

No della Fiaso alle sanzioni ai manager, bene la...

Covid, aumenta diffusione variante KP.3. Sintomi soft

La variante Covid KP.3 corre veloce negli Stati Uniti. L’occhio...

Dal Covid al Global Health: un percorso di innovazione 

Di Antonella Guida (direttore distretto Asl di Caserta) L’anno 2020...

Dolore cronico non oncologico, 1 milione di pazienti in Campania

Gli esperti: gravi rischi per la Salute dall’autocura e...

Salute mentale, lo screening tra le regioni della Siep

Al vaglio 14 indicatori. La sorpresa della Campania  La Società...
spot_imgspot_img

Liste di attesa, arrivano un decreto e un disegno di legge

No della Fiaso alle sanzioni ai manager, bene la defiscalizzazione delle ore aggiuntive e l’abbattimento dei tetti di spesa    Liste d’attesa: il CdM ha varato...

Covid, aumenta diffusione variante KP.3. Sintomi soft

La variante Covid KP.3 corre veloce negli Stati Uniti. L’occhio allenato degli esperti che tracciano i mutanti del virus ex pandemico si è già posato...

Dal Covid al Global Health: un percorso di innovazione 

Di Antonella Guida (direttore distretto Asl di Caserta) L’anno 2020 sarà ricordato come l’anno del COVID-19, l’anno in cui i Servizi sanitari di ogni Paese...