Contenuti esclusivi

Diritti dei pazienti stomizzati e necessità di centri specializzati: sfide e prospettive nel settore sanitario

Intervista a Francesco Diomede, Segretario AISTOM Durante l'evento "LA STOMIA,...

Investire in tecnologia conviene. Tanti vantaggi per la persona con diabete

Rida Lidia Stara, delegata per l’Emilia-Romagna dell’Assemblea di Diabete...

Storie di determinazione e sostegno

Intervista a Francesco Murano, paziente stomizzato Durante l'evento "LA STOMIA,...

Allerta colera: primo caso segnalato in Sardegna dopo oltre 5 decenni che non se ne segnalava la presenza

Dopo più di cinquant’anni, la Sardegna è stata colpita nuovamente dal colera. Un pensionato settantunenne è stato ricoverato nel reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale Santissima Trinità di Cagliari, dove è stata confermata la presenza del vibrione.

Dopo più di cinquant’anni, la Sardegna è stata colpita nuovamente dal colera. Un pensionato settantunenne è stato ricoverato nel reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale Santissima Trinità di Cagliari, dove è stata confermata la presenza del vibrione. Attualmente, l’Azienda Sanitaria Locale (ASL) di Cagliari è in attesa dei risultati degli esami condotti dall’Istituto Superiore di Sanità per comprendere come sia stato possibile l’insorgere dell’infezione.

Il pensionato, risultato positivo al vibrione del colera, sta attualmente bene e verrà dimesso non appena i risultati dei test risulteranno negativi. Un campione del batterio è stato inviato all’Istituto Superiore di Sanità per l’analisi del fenotipo, e giovedì verrà possibile determinare con maggior precisione quale sia stato il vettore che ha portato il paziente a contatto con il batterio. Al momento, è possibile solo formulare ipotesi.

Nei casi di colera, il principale problema è rappresentato dalla forte disidratazione, che può costituire un rischio particolare per gli anziani e i bambini. Il settantunenne è arrivato presso la struttura sanitaria in uno stato di disidratazione, ed è stato immediatamente assistito. Successivamente, è stata somministrata una breve terapia antibiotica. Inizialmente il paziente era stato ricoverato per altre cause, ma ulteriori approfondimenti hanno rivelato la positività al colera.

Il primo caso di colera in Sardegna dopo cinquant’anni pone l’accento sulla questione della sicurezza sanitaria e alimentare. È fondamentale che un messaggio importante sulla sicurezza dell’acqua potabile arrivi alla popolazione, soprattutto in questo periodo estivo. È importante sottolineare che gli alimenti devono essere consumati cotti, ma nel caso in cui si desideri consumarli crudi, è necessario che il pesce sia stato precedentemente abbattuto e che i molluschi abbiano seguito un processo di stabulazione. Tuttavia, è importante ribadire che la principale precauzione riguarda il consumo di acqua potabile, di cui si abbia la certezza della potabilità.

L’ASL e le autorità sanitarie sarde stanno attivamente monitorando la situazione al fine di prevenire la diffusione del colera e adottare tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza sanitaria della popolazione. Allo stesso tempo, è fondamentale che ogni individuo si impegni personalmente ad adottare corrette pratiche igieniche, come il lavaggio accurato delle mani e l’uso di acqua potabile sicura, al fine di ridurre al minimo il rischio di infezione.

Si invitano quindi i cittadini ad essere vigili e a seguire scrupolosamente le indicazioni delle autorità sanitarie per preservare la propria salute e il benessere collettivo. La collaborazione di tutti è essenziale per contrastare l’eventuale diffusione del colera e garantire un ambiente sano e sicuro per tutti i residenti e i visitatori della Sardegna.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Lo screening neonatale, un’esperienza di prevenzione che mette al centro la famiglia e il neonato, Esplorare nuove strade nella ricerca sull’autismo: svelare il ruolo dei recettori nervosi nelle forme a base genetica, Innovazione studio italiano presenta il “cerotto” biologico per riparare i cuori danneggiati, Negligenza medica: un panorama legale preoccupante in Italia, Negligenza medica: un panorama legale preoccupante in Italia.

Seguici!

Ultimi articoli

Diritti dei pazienti stomizzati e necessità di centri specializzati: sfide e prospettive nel settore sanitario

Intervista a Francesco Diomede, Segretario AISTOM Durante l'evento "LA STOMIA,...

Investire in tecnologia conviene. Tanti vantaggi per la persona con diabete

Rida Lidia Stara, delegata per l’Emilia-Romagna dell’Assemblea di Diabete...

Storie di determinazione e sostegno

Intervista a Francesco Murano, paziente stomizzato Durante l'evento "LA STOMIA,...

Prospettive e sfide nel settore sanitario: riflessioni sul paziente esperto e sull’organizzazione dell’assistenza

Intervista a Pier Raffaele Spena, Presidente FAIS Onlus Durante l'evento...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

Diritti dei pazienti stomizzati e necessità di centri specializzati: sfide e prospettive nel settore sanitario

Intervista a Francesco Diomede, Segretario AISTOM Durante l'evento "LA STOMIA,...

Investire in tecnologia conviene. Tanti vantaggi per la persona con diabete

Rida Lidia Stara, delegata per l’Emilia-Romagna dell’Assemblea di Diabete...

Storie di determinazione e sostegno

Intervista a Francesco Murano, paziente stomizzato Durante l'evento "LA STOMIA,...

Prospettive e sfide nel settore sanitario: riflessioni sul paziente esperto e sull’organizzazione dell’assistenza

Intervista a Pier Raffaele Spena, Presidente FAIS Onlus Durante l'evento...

Riorganizzazione del Servizio Sanitario Nazionale: affrontare il tema delle stomie e della qualità di vita

Intervista a Ignazio Zullo, Membro X Commissione Permanente, Affari...
spot_imgspot_img

Diritti dei pazienti stomizzati e necessità di centri specializzati: sfide e prospettive nel settore sanitario

Intervista a Francesco Diomede, Segretario AISTOM Durante l'evento "LA STOMIA, TRA CURA E SOSTEGNO ALLA PERSONA – sinergie tra professionisti e pazienti", promosso da Convatec...

Investire in tecnologia conviene. Tanti vantaggi per la persona con diabete

Rida Lidia Stara, delegata per l’Emilia-Romagna dell’Assemblea di Diabete Italia e Vicepresidente della Fe.D.ER Federazione Diabete Emilia-Romagna, è sempre in prima fila per sostenere...

Storie di determinazione e sostegno

Intervista a Francesco Murano, paziente stomizzato Durante l'evento "LA STOMIA, TRA CURA E SOSTEGNO ALLA PERSONA – sinergie tra professionisti e pazienti", promosso da Convatec...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui