Contenuti esclusivi

Percorsi integrati di cura: un approccio virtuoso alla nutrizione artificiale

Intervista a Filippo Lintas, Presidente Home & Digital Care...

Nutrizione artificiale: soddisfare le esigenze nutrizionali ed emotive dei pazienti

Intervista a Maria Luisa Eliana Luisi, Presidente ADI, Associazione...

Il Governo vara il piano contro le liste d’attesa, ma non ci sono risorse

Visite ed esami sabato e domenica, sistema di prenotazione...

La scoperta della chiave dell’infertilità maschile: il ruolo cruciale di una piccola proteina

Una singola mutazione in una proteina apre nuove prospettive per la cura dell’infertilità maschile, aprendo la strada a terapie mirate per le coppie che cercano di concepire.

La questione dell’infertilità è un problema che affligge milioni di coppie in tutto il mondo, e spesso questa condizione ha origine in un problema maschile. Nel 10% degli uomini infertili, si verifica una produzione insufficiente o addirittura l’assenza di sperma. Fino ad oggi, la causa di questa mancanza di spermatozoi è stata un mistero, ma uno studio pubblicato su ‘Science Advances’ ha finalmente gettato luce su questa questione.

Condotta da scienziati dello Stowers Institute for Medical Research negli Stati Uniti, in collaborazione con colleghi del Welcome Centre for Cell Biology dell’Università di Edimburgo in Scozia, questa ricerca ha identificato una piccola porzione all’interno di una proteina che svolge un ruolo cruciale nella produzione dei gameti, ovvero le cellule sessuali maschili e femminili. La scoperta di questa mutazione apre la strada a terapie mirate che potrebbero aiutare a risolvere il problema dell’infertilità maschile.

I ricercatori si sono concentrati su una struttura proteica chiamata “complesso sinaptonemico,” che gioca un ruolo fondamentale nella formazione degli spermatozoi e degli ovuli. Questa struttura proteica assomiglia a un ponte reticolare e deve essere formata correttamente per consentire la sintesi di spermatozoi e ovuli. La mutazione di una piccola porzione all’interno di questa proteina è stata identificata come la causa della mancata produzione di sperma negli uomini.

Per comprendere appieno questa scoperta, è essenziale comprendere il processo di divisione cellulare che porta alla produzione di sperma e ovuli, noto come meiosi. Una delle fasi cruciali di questo processo è la formazione del complesso sinaptonemico, che funge da “ponte” tenendo insieme le coppie di cromosomi e consentendo gli scambi genetici necessari affinché i cromosomi si separino correttamente durante la formazione di sperma e ovociti. Qualsiasi difetto in questa fase può portare a problemi di infertilità.

Ricerche precedenti avevano già esaminato molte proteine coinvolte nel complesso sinaptonemico e le mutazioni legate all’infertilità maschile. Tuttavia, questo studio si è concentrato su una proteina che gioca un ruolo fondamentale nella formazione del complesso sinaptonemico e che presenta una parte comune a uomini, topi e alla maggior parte degli altri vertebrati. Questo suggerisce che questa proteina potrebbe essere fondamentale per l’assemblaggio corretto del complesso sinaptonemico.

Gli scienziati hanno utilizzato una tecnica di editing genetico, conosciuta come “taglia-incolla” del DNA, per apportare diverse mutazioni a questa proteina in topi. Questo ha permesso loro di testare gli effetti di diverse mutazioni per la prima volta su animali vivi.

La scoperta più sorprendente è che una singola mutazione in questa proteina è stata identificata come la causa dell’infertilità nei topi. Gli scienziati ritengono che questa molecola funzioni in modo simile negli esseri umani. Questo risultato è estremamente promettente poiché potrebbe aprire la strada a terapie mirate per affrontare i problemi di infertilità maschile.

In conclusione, questa scoperta rappresenta un passo significativo nella comprensione delle cause dell’infertilità maschile e potrebbe portare a nuove terapie per aiutare le coppie che lottano contro questo problema. La ricerca scientifica continua a fare progressi, e il futuro sembra promettente per coloro che desiderano affrontare i problemi di infertilità maschile in modo mirato e efficace.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Profilazione molecolare dei tumori solidiEpatite C, le associazioni di pazienti chiedono al governo una proroga per lo screening…Vaccinazione, in Piemonte percorsi virtuosi ma ancora a macchia di leopardo.

Seguici!

Ultimi articoli

Percorsi integrati di cura: un approccio virtuoso alla nutrizione artificiale

Intervista a Filippo Lintas, Presidente Home & Digital Care...

Nutrizione artificiale: soddisfare le esigenze nutrizionali ed emotive dei pazienti

Intervista a Maria Luisa Eliana Luisi, Presidente ADI, Associazione...

Il Governo vara il piano contro le liste d’attesa, ma non ci sono risorse

Visite ed esami sabato e domenica, sistema di prenotazione...

Newsletter

Registrati e ottieni le nostre rassegne stampa in esclusiva!

spot_img

Da non perdere

Percorsi integrati di cura: un approccio virtuoso alla nutrizione artificiale

Intervista a Filippo Lintas, Presidente Home & Digital Care...

Nutrizione artificiale: soddisfare le esigenze nutrizionali ed emotive dei pazienti

Intervista a Maria Luisa Eliana Luisi, Presidente ADI, Associazione...

Il Governo vara il piano contro le liste d’attesa, ma non ci sono risorse

Visite ed esami sabato e domenica, sistema di prenotazione...

Nutrizione artificiale: chiarezza di responsabilità nel personale sanitario e riconoscimento delle competenze specializzate

Intervista ad Antonello Giannoni, Delegato Regionale SINPE per la...
spot_imgspot_img

Percorsi integrati di cura: un approccio virtuoso alla nutrizione artificiale

Intervista a Filippo Lintas, Presidente Home & Digital Care Confindustria Dispositivi Medici Durante la presentazione della "Carta dei Diritti dei Pazienti in Nutrizione Artificiale" in...

Nutrizione artificiale: soddisfare le esigenze nutrizionali ed emotive dei pazienti

Intervista a Maria Luisa Eliana Luisi, Presidente ADI, Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, Toscana e Responsabile del Servizio di Dietologia e Nutrizione...

Il Governo vara il piano contro le liste d’attesa, ma non ci sono risorse

Visite ed esami sabato e domenica, sistema di prenotazione unico, maggiore coinvolgimento di specializzandi e medici autonomi. Per Pd è un «provvedimento fuffa», per...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui